Fobie

Una fobia è un particolare tipo di paura. Proprio come possono essere tante le cose temute, possono essere tante le cose di sui si diventa fobici. Una fobia è però diversa da una normale paura, le sue caratteristiche principali sono:

  1. Una reazione di paura intensa collegata a uno stimolo che
  2. produce tensione fino al punto da causare disturbi emotivi, sociali o lavorativi,
  3. riconosciuto come eccessivo o irrazionale e che
  4. porta a comportamenti di evitamento o ad ansia intensa in caso di esposizione allo stimolo temuto.

Le fobie specifiche sono legate a specifiche situazioni le più comuni sono:

  • La paura del buio
  • La paura dell’altezza
  • La paura degli animali (per es. cani, insetti e rettili)
  • La pura degli spazi chiusi e di essere intrappolati (claustrofobia)
  • La paura del sangue e delle ferite
  • La paura dell’acqua

Sembra che le fobie specifiche possano insorgere in quattro modi. Prima di tutto possono essere la conseguenza dell’esperienza diretta di situazioni pericolose. Ad esempio, essere morsi da un cane può essere sufficiente a generare in una persona la fobia dei cani. In secondo luogo, può qualche volta bastare essere testimoni di un fatto orribile accaduto a un altro; ad esempio vedere qualcuno moso da un cane può essere sufficiente per svilupppare la fobia dei cani. In terzo luogo la fobia può nascere per esperienza indiretta, ad esempio, se si ascoltano le terribili conseguenze che possono derivare da una situazione. Infine, vi sono alcune persone che hanno l’impressione che la loro fobia ci sia sempre stata e non riescono a ricordare niente che possa averla iniziata. In questo caso è possibile che siano dovute ad un trauma verificato quando erano molto piccole e che perciò non se lo ricordino.

In ogni caso, quando si accoglie in cura un paziente con una fobia specifica, qualunque causa (o combinazione di cause) l’abbia scatenata,  è molto importante è identificare che cosa la mantiene in vita, questo perché, in primo luogo, chi soffre di fobie  pensa che le situazioni temute siano molto più pericolose del reale e di quanto pensano gli altri. In secondo luogo, le fobie sono mantenute in vita proprio dall’evitamento. La fuga da ciò che si teme o l’evitarlo sono efficaci al momento, ma purtroppo subito dopo la persona comincia ad aver ancora più paura della situazione e oltretutto estende la sua paura ad altre situazioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close